Itinerari

Un piccolo assaggio degli itinerari vicini alla nostra struttura

Otranto

Otranto, oltre ad essere la città più ad Oriente d'Italia è, sicuramente, una delle più belle e storicamente interessanti del Salento. Di origini antichissime, che risalirebbero a ben prima della colonizzazione greca di queste terre, deve il suo nome ad un rigagnolo d'acqua che sfocia in prossimità del porto: l'Idro.
Da vedere: I monumenti di maggiore interesse storico e artistico che fanno parte dell'itinerario sono: La cattedrale con il mosaico, il Castello, la Chiesa di San Pietro, Porta Alfonsina.

Torre dell'Orso

Tra le più belle spiagge di Puglia c’è la spiaggia della Baia di Torre dell’Orso a Melendugno in Salento. Una baia di poco meno di un chilometro con spiaggia finissima, dune basse e una pineta retrostante le dune. Il mare in questa zona è limpido e cristallino per via delle correnti marine del Canale di Otranto.
A fare da contrappunto a questa torre eretta dall’uomo, ci sono due faraglioni, Le due sorelle, eretti dalla natura.

Sant'Andrea

La costa adriatica del Salento vi regalerà alcune tra le bellezze paesaggistiche più belle della zona. A differenza della parte del mare Ionio, la costa adriatica è più frastagliata, presenta scogli e rocce e solo a nord di Otranto le spiagge con sabbia: la bellissima spiaggia della Baia dei Turchi e la spiaggia di Torre dell’Orso.
Proprio tra queste due spiagge si trova quella che per me è una vera e propria goduria visiva: i faraglioni di Torre Sant’Andrea.

Castro

La notorietà di Castro è legata principalmente alla sue bellezze costiere e paesaggistiche ma non si devono sottovalutare le sue ricchezze artistiche e monumentali. Tra i suoi monumenti principali è doveroso ricordare: la Cattedrale ed il Castello. Sul suo litorale costiero sorgono grotte dal valore inestimabile, frutto dei fenomeni carsici della zona. Tra esse spicca la favolosa Grotta della Zinzulusa lunga circa 150 metri, ed adornata da un gran numero di stalattiti e stalagmiti, ma degne di nota sono anche Grotta Romanelli e Grotta Palombara.

Porto Badisco

Porto Badisco, tra le spiagge più belle della Puglia, è un mito. Secondo Virgilio, Enea giunse qui su una piccola nave con Anchise, il padre, e Ascanio, il figlio. Fuggivano da Troia, la loro città natale appena caduta in mano ai nemici. Siamo già nella storia, ma la vera storia di Porto Badisco comincia millenni fa, all’interno di una chicca del Salento: la grotta dei Cervi. E’ un complesso ipogeo tra i più importanti in Europa, ma ancora non aperto al pubblico. Al suo interno sono state rinvenute numerose iscrizioni in guano e ocra rossa dell’era neolitica, rimaste intatte nel tempo.

Santa Cesarea Terme

Santa Cesarea Terme è un Comune della provincia leccese con circa tremila abitanti, noto soprattutto per la propria stazione idrotermale dalle importanti peculiarità. Santa Cesarea Terme è dotata di ben quattro torri costiere cinquecentesche volute da Carlo V per proteggere la costa dalle scorrerie dei pirati saraceni.
La costa di Santa Cesarea è alta e frastagliata, sempre scogliosa e con acque profonde. Esistono stabilimenti privati che facilitano l’ingresso in acqua, tuttavia non è la località più indicata per i bambini.

Lecce

La città di Lecce, capoluogo di provincia, vanta un patrimonio artistico e monumentale di grande prestigio. Ha origini talmente antiche da essere considerate ignote da un punto di vista storico.
Al periodo romano risalgono numerosi monumenti e opere d'arte, testimonianza di un patrimonio artistico piuttosto ricco. Tra questi si annoverano: l'Anfiteatro romano in piazza Sant'Oronzo e il Teatro romano, entrambi del secondo secolo dopo Cristo; la Colonna di Sant'Oronzo, portata nel 1666 da Brindisi, che rappresenta una delle due colonne terminali della Via Appia

Gallipoli

Gallipoli, bagnata dal Mar Ionio, sorge sulla costa occidentale della penisola Salentina, nel Golfo di Taranto. Caratteristica è la divisione della cittadina in due zone ben definite: la "città vecchia" e il "borgo nuovo". Il suggestivo centro storico, ricco di costruzioni antiche e affreschi, sorge su di un'isola calcarea collegata alla terraferma da un ponte in muratura. Gallipoli è una delle cittadine più belle del Salento, spesso denominata “Perla dello Jonio”.

Santa Maria di Leuca

Santa Maria di Leuca rappresenta la punta più estrema del tacco d'Italia, tra Punta Ristora e Punta Meliso. E' denominata anche Finibus Terrae, in quanto in antichità era considerata la fine delle terra, la sua protettrice era la Dea Minerva, mentre dai tempi del Cristianesimo è diventata la Madonna, in suo onore è stato edificato un importante Santuario. Da vedere la bellissima Basilica Santa Maria de Finibus Terrae edificata nel 1755, la Chiesa di Cristo Re ed il famoso Santuario, con la Colonna (del 1694) che ricorda la visita di San Pietro nella cittadina.